image (4)

Il coordinamento AriaCheVoglio lancia una petizione popolare per chiedere uno studio epidemiologico approfondito sullo stato di salute del nostro territorio

ACV in occasione della serata del 17 marzo ha deciso di dare corpo al seguito popolare formatosi attorno alla richiesta del coordinamento di una verifica sanitaria approfondita nell’ara pedemontana dopo decenni di incenerimento. Verifica che diventa urgente e prioritaria, ora che la Cementirossi s.p.a. di Piacenza ha chiesto di incenerire anche plastica da rifiuti nel cementificio di Pederobba.

se vuoi contribuire, scarica il pdf per la raccolta delle firme

ACV ha dunque lanciato una petizione popolare che ora sta diffondendo per chiedere quanto segue:
I sottoscritti cittadini in sintonia con il Coordinamento AriaCheVoglio promotore della petizione, considerato che l’area di Pederobba e comuni limitrofi è interessata da un’attività di incenerimento industriale di petcoke da 30 anni e di pneumatici fuori uso, da 20 anni, rivolgendosi a tutte le autorità preposte al presidio e alla tutela della salute e in particolare, alla Regione Veneto, alla Provincia di Treviso e al Comune di Pederobba CHIEDONO CHE per il “principio di precauzione” posto a cardine del diritto ambientale europeo, prima di ogni altra autorizzazione a incenerire altri materiali e rifiuti, si verifichi scientificamente quale impatto ha avuto ed ha l’attività di incenerimento sulla salute della popolazione residente nel comune di Pederobba e nei comuni limitrofi, mediante un’approfondita analisi epidemiologica sul campo, realizzata da studiosi titolati e autorevoli e con fondi pubblici, a garanzia di indipendenza.

Al fine di evitare spiacevoli equivoci o fuorvianti strumentalizzazioni, la petizione contiene un’importante precisazione:
… la presente petizione costituisce una richiesta popolare determinata e accorata, basata sul Diritto inalienabile alla Salute e su una giusta, responsabile e coerente volontà di comprendere appieno la reale situazione locale, richiesta che in alcun modo dev’essere intesa come critica e men che meno atto d’accusa verso qualcosa o qualcuno>>.
ACV mobiliterà la popolazione di Pederobba e dei comuni limitrofi, forte anche dell’adesione di gruppi come il Gasolo e altri gruppi spontanei di cittadini e di genitori nati attorno al problema, per la diffusione della petizione al fine di sensibilizzare tutte le Autorità e le categorie economiche, e invitare tutti fin d’ora all’importante incontro che si terrà il 31 marzo a Pederobba con l’oncologa PATRIZIA GENTILINI e il pediatra GIACOMO TOFFOL.

Incontro nel quale finalmente si parlerà del vero tema in ballo: LA SALUTE.
Perché ACV ritiene importante che dopo 30 anni di intensa attività di incenerimento finalmente si arrivi tutti a capire che nell’interesse generale Prima per importanza viene la SALUTE e poi semmai il CEMENTO, e poi semmai gli pneumatici, e poi semmai la plastica.

Prima la SALUTE poi il CEMENTO, poi la PLASTICA

IL COORDINAMENTO ACV
Associazione Arianova, Gruppo Consiliare ‘Bene in Comune’, Lipu Trevigiana sez. provinciale, Meetup Pederobba a 5 Stelle.

se vuoi contribuire, scarica il pdf per la raccolta delle firme

Spread the love